Ancora ricerche su questi bastardi

GANG STALKING EUROPA

giovedì 28 maggio 2015

A CHI RIVOLGERSI IN CASO DI “GANG STALKING” ?

Diciamo subito che nel caso siate vittime di “Gang Stalking” così come di un qualunque altro reato, punibile dalla legge, il consiglio è di rivolgervi immediatamente alle forze dell’ordine e quindi di denunciare.
Sul web, sono presenti diversi video che parlano di Gang Stalking, con presunte armi psicotrope etc., tesi a screditare l’operato delle Forze dell’Ordine a mistificare la realtà ed in alcuni casi, addirittura ad immaginarne un loro coinvolgimento. 
Ebbene questo Blog prende nettamente le distanze da suddetti comportamenti. La ragione è molto semplice e non è affatto basata esclusivamente su un mero “atto fiduciario” – che pure credo sia doveroso, visto che viviamo in una società e le Forze dell’Ordine, sono l’organismo preposto, precipuamente, a tutelare la “sicurezza” e la “legalità” nel senso più ampio possibile, della convivenza e del vivere civile – quanto per una ragione pratica.  
Facciamo un esempio. Immaginate che un giorno un vostro amico, con un forte pregiudizio e diffidenza verso i Medici, abbia un infarto in atto. Voi cosa fareste in questo caso ? Chiamereste l’ambulanza con il cardiologo e lo portereste in un ospedale, oppure per il fatto che lui non si fida dei Medici, lo portereste invece da un fabbro o da uno sciamano ? Ovviamente lo portereste in un Ospedale attrezzato. Ebbene! Una delle tante ragioni per cui, in questi casi, come in tutti gli altri simili, bisogna rivolgersi alle Forze dell’Ordine è esattamente la stessa. Loro sono addestrati per aiutarvi.
Non ascoltate chi vi dice il contrario e vi instilla il seme del dubbio. Forse non in tutti i casi. Forse non sempre ma io metterei la mano sul fuoco che molti di questi detrattori ovvero diffamatori, delle Forze di Sicurezza Nazionali, sono in realtà proprio membri o soggetti vicini a queste Gang ed hanno tutto l’interesse affinché la vittima resti isolata e si senta senza protezione, di modo da poterla indirizzare, verso sedicenti associazioni o gruppi, infiltrati o addirittura costituiti da soggetti stessi appartenenti a questi gruppi di stalking.
Quindi che vi fidiate ciecamente o che abbiate qualche dubbio, il consiglio è di rivolgervi sempre alle Forze dell’Ordine.
Ricordiamoci inoltre che le Forze di Sicurezza mantengono un registro storico delle denunce, degli esposti anche verbali e quindi esporre/denunciare questi fatti li aiuterebbe molto anche nelle attività investigative e di indagine.

Pubblicato da Adamo 11:22Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su Pinterest

2 commenti:

  1. Unknown3 marzo 2019 13:08salve sono vittima da nni di stalking organizzato e grazie a dio ho capito il motivo ma faccio fatica fidarmi delle forze dell ordine in quanto ho notato la loro diffifenza nell ascoltarmi e la mancata operatività nell indagare quanto esposto.
    tuttavia concordo e spero che con la costanza e soprattutto la forza di resistere qualcuno ascolti e faccia qualcosa per tutte le vittime di abusi, torture e frodiRispondiRisposte
    1. Dima24 maggio 2019 07:14Ciao. Spero che leggerai questo messaggio. Mia madre era la vittima di gang stalking dal 5.1.2018, ora non è più in vita, non ha potuto resistere alle torture di tutti i girno e ha deciso di farla finita.E molto difficile da digerire questa situazione e spero vivamente che arriverà il girno di giudizio per questi cani bastardi. Se soltanto sapessi chi sono questi stronzi, farei sicuramente la giustizia con le mie mani. Ad ogni costo.

Documento trovato in rete sullo stalking organizzato

Domande e Risposte sul Gang stalking

DOMANDE E RISPOSTE

Il termine “gang”, come nel gang stalking, si riferisce al “gang” di strada ? No. La parola “gang” indica molteplici persone che si organizzano/raggruppano per uno scopo comune. Qual’è la differenza tra Stalking perpetrato da un singolo individuo e il Gang Stalking organizzato ? Tutte le forme di stalking sono fisicamente, emotivamente e psicologicamente nocive alla vittima. Per quanto concerne il Gang Stalking, l’abuso risulta particolarmente invasivo poichè la vittima non è in grado di distinguere gli amici dai nemici. La maggior parte della popolazione è cosciente di casi come “amante abbandonato diventa stalker” ed è in grado prontamente di identificare i tratti chiave di tale abuso. Il poco conosciuto fenomeno del Gang Stalking Organizzato consente ai perpetratori di mantenere l’anonimato e favorisce future immolazioni in quanto essi sono effettivamente incoraggiati dalla mancanza di ripercussioni. Bisogna considerare che le vittime del Gang Stalking Organizzato hanno a che fare con un abuso orchestrato per farli sembrare insani di mente nel caso in cui dovessero rivolgersi alle autorità. Nessuna meraviglia quindi se le vittime del Gang Stalking Organizzato siano molto più inclini a commettere suicidio di quelle dello stalking individuale.

Il Gang Stalking Organizzato è illegale ?

Si! Malgrado quello che i leader o i membri di Gruppi Persecutori o di Stalking credono o dicono, tutte le forme di Stalking e di Vessazione sono illegali.

Definizione di Stalking

Lo Stalking può essere definito come un piano di attenzioni ripetute e non volute, vessazioni, riunioni o ogni altra linea di condotta diretta ad una persona predestinata atta a incutere paura in quest’ultima. Lo Stalking è contro la legge in qualsiasi stato. Esso è da ritenersi illegale oltre i confini o nei territori federali. Esso rappresenta una condotta volontaria che implica vessazioni ripetute e continuative eseguite da un individuo che porta un’altra persona a sentirsi terrorizzata, spaventata, intimidita, minacciata, molestata e che realmente provoca questi stati d’animo. Una persona che intenzionalmente e ripetutamente segue o molesta un’altra persona e che causa una probabile minaccia, sia manifesta che insinuata, con l’intento di provocare a quella persona la paura della morte o gravi danni fisici, si rende colpevole del reato di stalking.

DEFINIZIONE DI MOLESTIA

La molestia è una linea di condotta verso la vittima che include, ma non si limita a questo, ripetuti o continui contatti non consentiti volti a insinuare in una persona razionale dello stress emotivo.

F.B.I.

Atto 18, U.S.C., Sezione 241 Cospirazione contro i Diritti

Questo statuto rende illecita la cospirazione di uno o più persone per danneggiare, opprimere, minacciare o intimidire persone di qualsiasi stato, territorio o distretto nel libero esercizio o godimento di qualsiasi diritto o privilegio a lui/lei assicurato dalla Costituzione o dalle leggi degli Stati Uniti (o a causa dell’esercizio del medesimo).E’ parimenti illecito per due o più persone andare in incognito sulle strade pubbliche o nei pressi di altreallo scopo di ostacolare o impedirne il suo libero esercizio o godimento di qualsiasi diritto ottenuto. La pena varia da un’ammenda all’imprigionamento sino a dieci anni o entrambe; in caso di morte o atti includenti il sequestro o il tentato sequestro, tentativo o abuso sessuale aggravato oancora tentato omicidio, il perpetratore sarà perseguito in ottemperanza a questa norma o incarcerato per un numero imprecisato di anni, per l’intera esistenza o condannato a morte.

LO SCOPO DEL GANG STALKING ORGANIZZATO

Lo scopo dichiarato del Gang Stalking Organizzato è di ridurre al silenzio la vittima, farla impazzire o possibilmente portarla al suicidio o distruggere la sua reputazione e credibilità poichè essa sarà probabilmente considerata insana di mente in caso dovesse riportarne gli abusi. Uno degli scopi è quindi di far apparire la vittima psicologicamente instabile e ciò viene perseguito mediante attenti e minuziosi attacchi utilizzando delle tecniche di vessazione psicologica avanzata ed una varietà di altri metodi che sono la prassi consueta del gang stalking quali ad es. le assemblee di quartiere, il mobbing, una dilagante e meschinasfrontatezza. Il Gang Stalking Organizzato viene impiegato anche per raccogliere informazioni sugli individui così come forzare gli stessi a trasferirsi o lasciare una zona. Gli Stalker si domandano o controllano per capire se il bersaglio è responsabile di un crimine ? No. C’è un'”assunzione di colpevolezza” tra gli stalker. Inoltre, ricordiamo che molti di essi vengono pagati per infliggere molestie in modo tale da non essere coinvolti con l’innocenza o colpevolezza della vittima. Assumendo che una vittima conosca il gruppo che sta dietro allo stalking, tenterebbe di comunicare apertamente con loro ? Assolutamente no ! Primo, gli stalker suppongono che la vittima sia colpevole di un’atrocità e che quindi ne meriti il trattamento. Secondo, essi vogliono attaccare in qualche modo la vittima. In questi casi il reciproco operato verrà registrato e usato come prova contro quest’ultima specialmente in tentativi atti a insinuarne la sua instabilità mentale. Se da un lato una caritatevole e rispettabile società pratica il Gang Stalking Organizzato, dovremmo accettare che tali vittime meritino di essere perseguitate ? Assolutamente no ! Quando ci si appropria della legge, ogni nozione di “legge” ne viene totalmente distrutta. Vorrei sottolineare che la maggior parte delle vittime del Gang Stalking Organizzato sono da considerarsi del tutto estranee a qualsiasi reato. Ogni gruppo che pratica il Gang Stalking Organizzato non è per natura positivo nè benefico alla società malgrado l’attuazione di qualsivoglia opera di bene. Parimenti, tali società si mantengono rispettabili unicamente perchè ogni prova di “nefandezza” viene convenientemente distrutta o eliminata.

MOTIVI DEGLI ABUSI

Le motivazioni del Gang Stalking Organizzato sono molteplici. Vendetta per un’offesa reale o immaginaria, accuse vere o false di un “orribile crimine” da cui la vittima ne esce impunita, la messa a tacere di un “soffiatore”, la diserzione da un’associazione, la scoperta di un nemico all’interno di un gruppo o organizzazione e il “sapere troppo” sono tutti esempi di possibili motivazioni. Si deve inoltre considerare il fatto che i motivi di questi gruppi non si limitano affatto alle ragioni sopra citate.

CHI SONO GLI STALKER ?

Gli stalker, in maggioranza, sono i comuni cittadini. Altri invece sono “criminali di strada” recrutati o assoldati per molestare ed intimidire. Altri ancora sono veri e propri investigatori privati assunti per raccogliere informazioni riguardanti la vittima. Molti altri infine sono membri di gruppi volontari di polizia.

PERCHE’ SI PARTECIPA AL GANG STALKING

Per convincere alcuni stalker a partecipare, vengono deliberatamente dette menzogne, siano esse positive o negative. Altri vengono pagati o ricevono ulteriori benefici. Gli stalker fecenti parte di un’organizzazione si limitano ad eseguire gli ordini. Altri infineusano la loro partecipazione per ricambiare un passato favore. Razzismo, pregiudizio, antisemitismo, omofobia, odio, sono tutti fattori che inducono ad aderire. Degli ex stalker hanno affermato di aver partecipato per timore di diventare le prossime vittime in caso si fossero schierati contro il gruppo. Un altro elemento che spinge ad aderire è la forte emozione di far parte di un’attività illegale. Alcuni credono erroneamente che questo rientri nei loro doveri civili.

CHI O COSA STA IN DEFINITIVA DIETRO AL GANG STALKING ?

Enti, Organizzazioni Governative, l’Esercito, Società/Confraternite/Ordini, Culti Religiosi, Gruppi Sovversivi “New Age”, Comunità “impegnate”/Gruppi di Vigilanza, Organizzazioni Criminali, Organizzazioni di Polizia Volontaria, ecc.

ESEMPI DI VESSAZIONI DA GANG STALKING ORGANIZZATO

Pneumatici squarciati, telefonate di minaccia, assalti verbali da parte di estranei, danni alla proprietà, minacce di morte, inseguimenti a piedi o con veicoli, biglietti e immagini stravaganti, pedinamenti, false accuse anonime verso amici, familiari, vicini, distruzione della reputazione,campagne diffamatorie, inserimenti nella lista nera, abusi psicologici, ecc.

TATTICHE E METODI UTILIZZATI DALLO STALKING ORGANIZZATO

Le seguenti sono alcune delle tecniche utilizzate contro gli individui prescelti. Sono le principali, anche se ne esistono altre.

ANCORAGGIO

L’ancoraggio è una tecnica utilizzata dagli stalker per inculcare una falsa ragione o motivazione atta a giustificare lo stalking ed evitare che la vittima ne conoscala verità. Nei casi più sinistri, l’Ancoraggio consiste nell’inculcare prove per persuadere la vittima che un altro gruppo o organizzazione sia responsabile degli abusi. Consultare il sito: http://en.wikipedia.org/wiki/AnchoringNel Gang Stalking Organizzato, l’Ancoraggio è impiegato per molestare il bersaglio sulle cose di tutti i giorni da lui considerate normali. Ciò può avvenire con frequenti dimostrazioni. La chiave risiede nella frequenza proprio come negli altri metodi dello Stalking Organizzato. Ad esempio, delle persone vi mostrano una penna ovunque andiate e il loro comportamento è scortese o folle nei vostri confronti. Non li conoscete nemmeno. Vi chiedete solo cosa sta succedendo. Immaginate che questo accada ogni giorno, per una settimana, per un mese, per un anno, e questo suscita in voi la paura della penna. In tale caso, la penna è ASSOCIATA (o ANCORATA) al vostro stato emotivo. Non può essere nient’altro. La portiera o un baule aperto di una macchina, una matita, un cellulare, un notebook, una mascherina, vestiti dello stesso colore, qualsiasi cosa. Ogni volta che andate da qualsiasi parte durante il giorno, vedrete sempre una portiera o il baule di una vettura aperti sul passo carraio con nessuno a bordo lungo la carreggiata. Questo è segno di andarsene !

STALKING AEREO

Ciò avviene quando elicotteri o aerei vengono utilizzati per seguire bersagli a piedi o in macchina. Volano sopra la testa e seguono gli obiettivi da un luogo all’altro. Taluni monitorano le vittime subito dopo essere uscite di casa.

ADESCAMENTO/INTRAPPOLAMENTO

Il termine “adescamento” è una tecnica di stalking utilizzata per adescare la vittima in ambienti o situazioni con lo scopo di provocare ulteriori problemi. Spesso il termine comportail persuadere la vittima a commettere un omicidio o il coinvolgerla inconsapevolmente in un’attività illecita. Tutto ciò al fine di portare la vittima in situazioni pericolose, difficili e compromettenti quali ad esempio arresto, istituzionalizzazione, accuse ingiuste di molestie sessuali, detenzione di sostanze stupefacenti e di materiale pornografico illegale e così via. Una volta successo, il rischio per la vittima è quello di diventare essa stessa un membro dello stalking.

ABBAGLIAMENTO

L’abbagliamento consiste nell’illuminazione o lampeggiamento di fari abbaglianti sui bersagli quando camminano per strada, di solito di notte. Questi vengono fatti lampeggiare una o due volte sugli obiettivi. Questa tattica può essere usata per far sapere al bersaglio di essere sorvegliato, quindi tali segnali sono un modo che consentono gli informatori in macchina di notte di comunicare con i loro complici. Le pattuglie a piedi comunicano di nuovo con gli informatori in auto usando una combinazione di gesti manuali. Si possono vedere membri di questi gruppi scorazzare durante il giorno con i fari accesi. La vittima è di solito seguita e può essere “abbagliata” dallo sportello anteriore di un veicolo oppure da uno che sta passando o arrivando. L'”Abbagliamento” può avvenire anche quando i fari abbaglianti vengono lanciati sulle finestre della casa della vittima.

INCIDENTI DI MACCHINA

Gli individui bersagliati riportano di essere tagliati fuori, scacciati dalla strada e spinti a commettere incidenti fatali o quasi. I pedoni invece asseriscono di vedersi tagliare costantemente la strada da auto che li colpiscono ed alcuni di venire molestati fino a causare una disgrazia.

ASSEMBRAMENTO/MOBBING

Quando il bersaglio si trova in pubblico, i membri dei gruppi di Gang Stalking Organizzato tentano di solito di schiacciare la vittima. Essi accerchiano il bersaglio se possibile entro un quadrato per poi mettersi vicinissimo o accalcarsi ad esso. Da citare la seguente testimonianza: “Abbiamo subito mobbing da parte di veicoli di New York e del New Jersey sin dall’inizio del nostro viaggio. Alcuni di questi stalker erano coppie insieme ai loro bambini ! Alcuni ci facevano un sorrisetto compiaciuto e mostravano armi attraverso i finestrini sebbene nessuno realmente arrivasse mai a sparare”.

VESSAZIONE CROMATICA

La vessazione cromatica è letteralmente l’utilizzo del colore per molestare la vittima. Solitamente vengono impiegate combinazioni monocromatiche. Un esempio potrebbe essere un gruppo di stalker che accerchia una vittimacon camicie rosse. Questa tattica è spesso combinata con altre.

SCORTA

La scorta è una tattica di stalking che implica l’attività di un gruppo di veicoli che transitano ripetutamente di fronte alla casa del bersaglio. Le vetture impiegate possono essere dello stesso colore e gli stalker suonano il clacson o fanno lampeggiare i fari anteriori al loro passaggio.

STALKING CIBERNETICO

Lo Stalking cibernetico è un tipo di comportamento vessatorio perpetrato via Internet/online, anche se non si limita solo a questo. Esempi sono la pirateria informatica, il “Trolling”, lo Spam (incluse spesso le invasioni a carattere pornografico,gli attacchi verbali, la distruzione della reputazione e i furti d’identità).

CONVERSAZIONI DIRETTE

La Conversazione diretta è una tecnica di stalking che utilizza la conversazione tra estranei con lo scopo sia di intimidire che di informare la vittima di essere sotto sorveglianza. Durante la Conversazione Diretta due o più stalker si avvicinano alla vittima e si impegnano in una “normale” conversazione reciproca. La conversazione è fatta intenzionalmente in modo che la vittima possa adeguatamente intendere ciò che le viene detto. Durante questa conversazione le informazioni personali riguardanti la stessa vengono citate nel discorso ed enfatizzate dagli stalker in maniera tale che la maggior parte dei non-bersagli non sarebbero capaci di scorgervi delle molestie.Lo scopo è ovviamente quello di recare danno alla vittima oltre a farla apparire come mentalmente instabile nel caso si arrivi ad opporsi. Queste sono conversazioni che dei completi estranei tengono in pubblico e che riguardano la sfera personale della vittimaribadendo ad esempio cose che questa dice a casa o per telefono. Si fanno ricadere nel discorso dettagli estremamente personali che riguardano solo il bersaglio. Esempio. Membro 1: “E’ una vergogna che Zio Ed non venga”. Membro 2: “Si, infatti è morto sabato facendo golf”. Il bersaglio avrà appena saputo della morte di uno zio prediletto (chiamato all’occasione Ed) mentre giocava a golf.

MOLESTIE ELETTRONICHE

La molestia di tipo elettronico è l’uso di strumenti elettronici per spiare o recare danno alle vittime. Ad esempio, l’esposizione ad un alto campo magnetico provoca negli esseri umani delle allucinazioni mentre quella intensa a microonde spinge verso azioni psicotiche e causa danni cerebrali. Una forma frequente di questa tecnica consiste nella propagazione di un “ronzio” o “tono” a bassa frequenza nella casa o spazio vitale della vittima. Col tempo l’esposizione provoca in questa perdita del sonno, agitazione e sintomi da stress prolungato. Tali tattiche sono anche impiegate nei casi di detenzione di ostaggi e di operazioni governative segrete. Delle vere e proprie armi e frequenze elettromagnatiche sono usate presso il domicilio del bersaglio. Gli scopi del loro utilizzo sugli obiettivi e le loro proprietà sono molteplici. Le frequenze elettroniche possono distruggere le apparecchiature. Le frequenze elettroniche possono essere utilizzate per monitorare e fare una carrellata dentro casa o sul luogo di lavoro. Possono essere impiegate anche per disturbare il sonno. Tali armi vengono usate sino a quando la vittima si trova in preda a un vero e proprio esaurimento nervoso oppure quando questa non è più disposta a seguirne la prassi. Sull’argomento consultare: http://en.wikipedia.org/wiki/Electronic_haras… Michigan Legislature Acknowledges the Existence of “Harmful Electro-Magnetic Devices” http://www.targetedindividuals.com/subliminal-acoustic-manipulation-of nervous-systems/

RAPPORTI DI FALSA CREDIBILITA’

I rapporti di falsa credibilità vengono utilizzati per discreditare ed attaccare i siti web istituzionali sul Gang Stalking Organizzato incluso il sito web del Gang Stalking Mondiale. Sotto le false vesti di proteggere la comunità. www.gangstalkingworld.com

FILE

E’ stato appurato che i bersagli ricevono segnali di allarme posti accanto ai loro file. Succesivamente le informazioni vengono condivise con parenti, venditori, amici e la comunità nell’insieme. Di solito questi file non vengono tralasciati ma usatiper aizzare gli individui contro il bersaglio così come provocare l’insieme degli amici e dei colleghi della vittima. I file possono avere una foto di questa o informazioni riguardanti alcuni presunti reati, episodi per i quali il bersaglio è stato segnalato o è indagato. Queste informazioni sono normalmente molto convincenti e contribuiscono a vessare ulteriormente l’obiettivo all’interno del suo ambiente sociale.

GASLIGHTING

Il gaslighting è una tecnica a carattere psicologico usata dai membri di tali gruppi. L’obiettivo del gas lighting è di far in modo che la vittima dubiti della propria sanità mentale. Ad esempio, mettendo in atto piccole azioni per convincere la vittima di stare per impazzire. Il Gas Lighting cerca dunque semplicemente di persuadere qualcuno che sia alienato o che “immagini delle cose”. Altro esempio: se si menziona il Gang Stalking Organizzato a qualcuno che lo conosce e ti dicono che sei pazzo oparanoico, essi stanno praticando il gas lighting sulla tua pelle. Il termine Gas Lighting prende il suo nome dal film del 1944 intitolato appunto “Gaslight”. Nel film, il personaggio di Gregory Anton interpretato dall’attore Charles Boyer, tenta di far impazzire Pauline, interpretata dall’attrice Ingrid Bergman. La locuzione Gas-Lighting descrive le azioni e i comportamenti affini usati nel film contro la vittima. Consultare http://en.wikipedia.org/wiki/Gaslight_%281944

GHOSTING

Il termine “ghosting” si riferisce alla pratica di risistemare o muovere mobili, titoli onorifici dalla casa della vittima o oggetti della scrivania sul luogo di lavoro, ecc. Lo scopo del Ghosting è lo stesso del Gas Lighting ossia che la vittima o coloro che gli stanno accanto dubitino delle sue condizioni psichiche, specialmente in caso di ribellione dagli abusi.

GESTICOLAZIONE

Questa tattica include i gesti delle mani come sfiorare intenzionalmente la mano sul viso o menare un pugno o la mano sulla faccia vicino alla persona che si è deciso di molestare. Una pratica comune è quella di mostrare le braccia fuori dai finestrini del veicolo in una posizione innaturale.

SORVEGLIANZA ILLECITA

Questa tattica interessa l’installazione di sorveglianza auditiva e visiva contro il bersaglio. Esempi sono l’impianto di microspie sul telefono, sorveglianza del domicilio, ascolto del telefono cellulare e delle conversazioni a luci rosse, introduzione nel computer in modo da saperetutto quello che il bersaglio sta facendo, i siti che frequenta o cosa sta progettando. Ciò consente anche di costruire un profilo della vittima ed utilizzarlo in seguito per provocare ulteriori assalti psicologici.

MIMICA

La mimica (o “mirroring”) è una forma specializzata di molestia in cui gli stalker imitano pubblicamente ogni movimento fatto dalla vittima cercando di copiare qualsiasi suo gesto. Ad esempio uscendo quando egli esce, vestendosi come lui, buttare la spazzatura, andare in bagno, scimmiottando dunque tutto ciò che fa la vittima. Questo è interamente escogitato per mettere in atto una guerra psicologica in modo che il bersaglio si senta costantemente sotto osservazione.

MOBBING

Il mobbing è un termine che descrive il “bullismo di gruppo”. Di per sè, il mobbing non è paragonabile al Gang Stalking. Dunque, il mobbing potrebbe essere definito come un metodo adoperato dai perpetratori del Gang Stalking. Consultare: Mobbing http://en.wikipedia.org/wiki/Mobbing

MOLESTIE ACUSTICHE

Una campagna di molestie acustiche è un tentativo orchestrato per provocare stress nella vittima attraverso l’esposizione prolungata a significative fonti acustiche. Tale campagna può interessare alcuni coinquilini che suonano musica ripetutamente, singoli stalker in possesso di fuochi d’artificio o “lavori di manutenzione” organizzati che causano grande frastuono. Esempi sono macchinari, marmitte, porte che sbattono sopra e dietro la vittima, martellamento pneumatico intenzionale, lo sbattere rumoroso delle portiere delle macchine, il lasciare lo stereo alto, il camminare a passi pesanti in determinati momenti, il tossire fortemente, il picchiare le pentole, il far scorrere l’acqua, lo sbattere delle ante, motorini del frigorifero che funzionano tutta la notte, attrezzi elettrici, ecc.

SENSIBILIZZAZIONE

La sensibilizzazione è un termine psicologico che si riferisce all’associazione forzata tra uno stimolo e una reazione corrispondente. I membri di questi gruppi utilizzano questa tecnica per molestare psicologicamente la vittima. Ad esempio, se uno stalker molesta costantemente quest’ultima portando in capo un berretto blu, in seguito essa comincerà a credere che tutti quelli che indossano un cappello simile siano degli stalker con brutte intenzioni. Sensibilizzazione significa far diventare le vittime sensibili agli stimoli quotidiani come colori, immagini, azioni di tutti i giorni,ecc. Esempi: striscie, penne, fischi, forte tosse, il battere le mani, i flutti del mare, il tintinnio delle chiavi, ecc. La vittima viene ad es. molestata sul luogo di lavoro e come parte di questo mobbing giornaliero i propri colleghi tossiranno fragorosamente ogniqualvolta la chiameranno con aggettivi come perdente, insignificante, ignorante, demente. In pubblico essi seguono il bersaglio tossendogli ostinatamente in faccia. Quando egli va a fare compere, recrutano altri per fare lo stesso. Dopo mesi o forse anni, la vittima diventa sensibile a questi stimoli che possono essere utilizzati per molestare senza ricorrere ai nomignoli e agli sguardi torvi. L’associazione stimolativa è creata a seguito di tutte le altre molestie. Un altro caso: una ragazza viene sessualmente assalita e le viene infilato un calzino in bocca durante l’aggressione. Per tenerla tranquilla o evitare che possa sporgere querela, l’assalitore, gli amici o i familiari stessi la seguono ovunque lanciandole calzini sul suo cammino nominandoli da ogni parte e mostrandoli non appena ne hanno l’occasione. Essa comprenderà il messaggio che le stanno mandando. A causa del brutale assalto e da ciò che ne è derivato, essa ormai neuscirà totalmente sensibilizzata. La sensibilizzazione crea senza alcun dubbio un livello estremo di paura nella vittima con una conseguente soddisfazione diretta delle intenzioni degli stalker. Consultare: http://en.wikipedia.org/wiki/Sensitization

RIUNIONI IN PUBBLICO (STREET THEATER)

Questa tattica è utilizzata per descrivere le azioni e i comportamenti stravaganti che gli stalker, talvolta anche vicini di casa, hanno in pubblico allo scopo di tormentare la vittima. Questi comportamenti spesso rasentano il bizzarro e annebbiano i confini tra realtà e fantasia nella psiche delle vittime. Ciò avviene nelle persone che agiscono in modo molto insolito o in chi organizza spettacoli o allestisce una messa in scena, conosciuta come “street theater”. Questa potrebbe essere niente di più che una farsa con lo scopo di molestare il bersaglio. Di solito nei paraggi è presente qualcuno per osservare la reazionedella vittima. E sempre per percepire eventuali debolezze e reazioni. Se si mostra una reazione avversa, essi cercheranno di usarla in seguito contro quest’ultima. Lo “Street Theater” è una presa in giro perpetrata da estranei o vicini recrutati dai gruppi di stalking. Esempi di Street Theater sono tutte le tecniche precedentemente menzionate.

MOLESTIE SINCRONIZZATE

Questo tipo di molestie si riferiscono alle azioni sincronizzate fatte dai membri dei gruppi di stalking per importunare il bersaglio che potrebbero interessare (ma non solo) vicini o estranei che arrivano o escono di casa nello stesso momento. Esempio 1: un vicino esce di casa alla stessa ora mentre un altro arriva. Esempio 2: un vicino arriva a casa e nello stesso istante un completo estraneo o passante cammina vicino alla casa del bersaglio. Quest’azione sincronizzata è una delle principali tecniche utilizzate per le molestie e viene spesso ripetuta. Esempio 3: il bersaglio esce di casa nello stesso momento in cui un vicino esce di casa seguito da un aeroplano o elicottero che ne sorvola la testa. Questa molestia sincronizzata diventerà un modello includente l’uso di numeri come 2 vicini che rientrano a casa alle 3:13 ed altri 2 che escono alle 3:30, gli stessi ritornano alle 3:43. Tale tattica può essere utilizzata con quasi ogni cosa: chiamate moleste al telefono fatte a casa della vittima proprio quando i vicini recrutati stanno uscendo o arrivando. Fondamentali sono il tempismo e la frequenza. La motivazione principale è la stessa di tutte le altre tecniche. (vedi sopra)

COME COMUNICANO I GRUPPI DI STALKING

SEGNALI E SIMBOLI

La comunicazione può avvenire in un numero diverso di modi. Ad esempio quando si è per strada o durante una perlustrazione si utilizzano segnali come battere il setto nasale o l’angolo degli occhi, spazzolarsi i capelli per tre volte, sbattere due volte le palpedre, ecc. I membri di queste organizzazioni comunicano gli uni con gli altri anche mediante segnali. Qui sotto ne vengono citati alcuni esempi.

SEGNALI DI RILIEVO

1. Attento ! Il soggetto sta arrivando, toccati il naso con la mano o il fazzoletto2. Il soggetto si sta avvicinando, o passando oltre, scuoti i capelli con la mano o solleva per pochi secondi il cappello 3. Il soggetto è fermo, metti la mano sulla schiena o sullo stomaco4. L’Agente desidera terminare l’ispezione poichè la copertura è minacciata, slacciati le stringhe delle scarpe5. Il soggetto sta ritornando, metti entrambe le mani sulla schiena o sullo stomaco 6. L’Agente desidera parlare con il leader del gruppo o altri agenti, tira fuori la borsa o l’equivalente ed esamina i contenuti

DIFFAMAZIONE

Questa tecnica consiste nel diffondere falsità sulle vittime. Spesso queste riguardano delle azioni illegali compiute da parte del bersaglio o il bisogno di essere sorvegliato per qualche vaga ragione. Ad esempio, si tenterà di dire che questi sia una prostituta, un trafficante di droga, un pazzo, un terrorista, un razzista, un pedofilo, ecc.

PRIVAZIONE DEL SONNO

La campagna acustica al fine di deprivare del sonno è un buon modo di sottoporre il bersaglio a stress elevato. E’ anche un espediente per provocare disorientamento e indebolimento fisico. In tal caso il bersaglio può finire coll’essere tormentato in pubblico o finire coinvolto in un incidente stradale.

RIINDIRIZZAMENTI TELEFONICI

Consiste nell’ottenere il nome e l’ID della persona che si sta chiamando. Investigazioni segrete riindirizzano le chiamate. Ciò significa che quando si compone un numero esso viene intercettato ed essi fingono di essere ad esempio l’operaio che si stava chiamando. Se si chiama la società elettrica, del gas o del telefono, assicurarsi di stare per parlare realmente con loro. Occorre anche ricordarsi che spesso le compagnie telefoniche e altre societàvengono infiltrate dai gruppi di Stalking Organizzato e usate per danneggiare la vittima.

NUMERI DI TELEFONO ERRATI

I bersagli ricevono ogni giorno chiamate telefoniche errate. Queste possono essere involontarie o di persone che fingono di aver sbagliato. Tutto questo allo scopo di monitorare e molestare psicologicamente le vittime. Essi vogliono sapere dove il bersaglio si trova in ogni momento.

(VARIAZIONI SUL GANG STALKING)

STALKING VERSO IL CLIENTE

Questo tipo di molestia è una tattica diretta al consumatore che ha inoltrato un reclamo alla compagnia, ha intrapreso una causa civile contro di essa, è stato informato su attività illegali occorse alla stessa. Spesso la società finanzia gli stalker semplicemente per evitare che la vittima sporga denunciausando sia la paura che tattiche intimidatorie. Tale procedura è anche impiegata per talune attività illecite di recupero crediti.

STALKING AZIENDALE

Il termine Stalking Aziendale si riferisce ad una forma particolarmente grave di Gang Stalking in cui una società per azioni assolda degli stalker per molestare e recare danno ad un individuo prescelto, di solito qualcuno considerato un “soffiatore”, un impiegato percepito come “problematico” o ancora un sottoposto che ha testimoniato contro l’attività illecita della società. La cosa più sinistra e assolutamente crudele è quella di forzare la vittima a consultare lo psicologo aziendale. Nellamaggior parte dei casi, lo psicologo è informato del fatto che la vittima è un “dissidente” e una minaccia da eliminare. Viene così formulata una falsa diagnosi di “psicosi generale”, “schizofrenia” o un’altra malattia mentale oltre a una esortazione di riconoscimento giuridico. Consultare i seguenti siti: Corporate Cyber-Stalking http://www.firstmonday.org/issues/issue7_11/b…Corrupt Company Psychologist Information http://www.psychologistethics.net/

INFILTRAZIONE PRIVATA

Questo avviene quando i membri si intrufolano nella vita privata del bersaglio. Essi cercano di fare amicizia con quest’ultimo o di formare relazioni intime. Si avvicinano a persone affiliate con la vittima. Ciò può accadere anni prima che il bersaglio realizzi che essi altri non sono che stalker. Se non è possibile e si ha un amico del cuore, questi potrebbe rivelarsi un membro del gruppo. Lo stesso vale per i fratelli e i conoscenti.

ISOLAMENTO

Per far si che le molestie abbiano successo, è importante isolare la vittima dai propri amici, familiari, collaboratori ed anche dalle proprie consorti se non sono già state coinvolte nello stalking. Per ottenere questo isolamento vengono impiegati molti metodi tra cui (ma non solo) calunnie, diffamazione, falsi file, sabotaggi, ogni cosa che metta il bersaglio in una situazionein cui non troverà sostegno. Questo è di basilare importanza per raggiungere lo scopo.

PROFILO

I bersagli vengono osservati e analizzati molto tempo prima di rendersi conto di essere divenuti vittime di questo tipo di molestie. I profili vengono creati sui bersagli seguendoli o pedinando le persone a loro vicine. Esempio entrando nello loro case e rovistando tra le loro cose. Ascoltando le loro chiamate. Infiltrandosi nei computer. Raccogliendo informazioni sugli amici e familiari. Vedendo dove vanno a fare compere o a mangiare. Scoprendo quali sono le loro debolezze, quali cose amano o non amano, con cosa si lasciano corrompere, con cosa possono essere ricattati, in che modo si possono intimorire, come possono essere meglio controllati. Tutto questo può essere utilizzato per imbastire un profilo della vittima per impiegarlo successivamento in situazioni che vadano a suo detrimento.

INCONTRI CASUALI

Ciò avviene quando per strada ci si imbatte casualmente e inaspettatamente in estranei. Questo può sembrare normalissimo e del tutto casuale. Potrebbero chiedervi il numero di telefono dopo una conversazione.O semplicemente domandare dove state andando. Qualsiasi cosa. Da un breve dialogo a una lunga conversazione. Tutto questo allo scopo di scoprire qualcosa sul vostro conto o addirittura di ottenere qualcosa in cambio.

RELAZIONI ROVINATE

Quando il bersaglio si trova in una relazione, i membri del Gang Stalking Organizzato cercano di mandarla a monte. Queste possono riguardare amicizie, relazioni familiari o altro. Se è una relazione sentimentale,essi scopriranno i gusti del partner e cercheranno di ingannarlo o convincerlo a lasciare la vittima. Se si tratta di un’amicizia, essi diranno maldicenze tra i due. Lo stesso vale per i familiari. Tutto questo viene architettato per impedire alla vittima di avere un qualsiasi tipo di appoggio una volta consapevole che c’è qualcosa che non torna nella propria vita. Quando tale mobbing viene associato alla comunità, prende il nome di Stalking Organizzato. Lo Stalking Organizzato è per l’appunto mobbing avente luogo in pubblico. L’inganno perpetrato attraverso le menzogne sembra essere il metodo più comune impiegato per ottenere la partecipazione da parte dei cittadini. Più specificatamente,campagne diffamatorie che utilizzano finte indagini. Inoltre, è possibile che tali gruppi prendino beneficio da organismi federativi esistenti come ronde contro il crimine o organizzazioni di polizia, associazioni di pensionati, gruppi religiosi, che utilizzano come strumenti insospettabili nelle loro campagne di ritorsione. Molte persone nel paese hanno riferito di essere state molestate da tali gruppi. Alcuni dei recrutati credono di fare del bene alla comunità. Queste organizzazioni sono bene finanziate e gestite e apparentemente condonate o addirittura dirette dallo stato stesso.I perpetratori del Gang Stalking Organizzato sono pericolosi criminali che arrecano gravi danni e le loro azioni sono pesanti reati al di là di ogni misura. Il Gang Stalking Organizzato è una campagna altamente criminosa, talvolta diretta verso un singolo individuo talvolta verso più persone allo scopo di distruggerne la vita mediante molestie occulte, crudeli diffamazioni e abili attacchi psicologici. Il Gang Stalking Organizzato priva il bersaglio dei propri diritti basilari e distrugge la sua libertà imbastendo un sistema per l’annientamento sociale, mentale e fisico della persona servendosi di assalti senza tregua che investono tutte le aree della sua esistenza.

INSEGUIMENTI A PIEDI – TATTICHE E METODI

Si segue il bersaglio ovunque si trovi. Si raccolgono informazioni su di esso. Ad esempio su dove lavora, fa acquisti, si svaga, chi sono i suoi amici e i suoi familiari. Avvicinandosi a lui, entrando nella sua comunità o appartamento, per strada. Molestandolo o infastidendolo all’interno di negozi o ristoranti. Iniziando con lui un dialogo diretto, standogli vicino. Impegnandolo in futili conversazioni. Tossirgli intenzionalmente addosso. Schiarendosi la gola ripetutamente. Facendo della gesticolazione attorno. Fissandolo, abbagliandolo, puntandolo o sparlando di lui intenzionalmente. Facendo tintinnare chiavi, spiccioli. Sensibilizzandolo verso i colori, i suoni, i disegni,le azioni. Ad esempio verso il colore rosso, bianco, giallo, striscie, cliccando penne, battendo i piedi, facendo campagne di molestie acustiche e mimica. Mandandogli la vita in frantumi, dormendo vicino a utensili elettrici, costruendo vicino, usando stereo, sbattendo le porte ecc. Parlando in pubblico della vita privata della vittima. Imitandone le azioni. Lasciando sapere di essere entrati nella sua vita. Interferendo quotidianamente ma senza che questo possa sembrare troppo manifesto all’occhio inesperto ma psicologicamente degradante e dannoso al bersaglio con l’andare del tempo. Estranei in massa che fanno cose in pubblico per infastidire il malcapitato. Tali estranei possono ricevere l’ordine di ritrovarsi in un luogo o in un momento specifico ed eseguire un’azione specifica. Ciò è innocuo ai perpetratori quanto causa di enormi traumi psicologici da parte dei bersagli. Esempi: bloccare il passaggio, sorpassare, tagliare la strada, dire o fare cose per strappare una reazione furiosa da parte della vittima, ecc.

TATTICHE E METODI AUTOMOBILISTICI

Rientrano in questa categoria tattiche quali seguire in giro il bersaglio su veicoli, pedinare dappresso le vetture delle vittime, guidare verso o infiltrarsi nella casa del bersaglio, due vetture che si presentano intenzionalmente vicino o davanti l’abitazione della vittima ripetutamente. Tutto questo sempre per lo stesso motivo, far apparire il bersaglio come pazzo o mentalmente instabile in caso di ribellione. Altri esempi: guidare sotto l’abitazione del bersaglio mandando rumorosamente su di giri il motore, fare le corna sotto casa, sbattere forte ripetutamente le portiere, far andare lo stereo ad alto volume, infastidire con vetture che possiedono parti scricchiolanti come marmitte rumorose, cinghie del ventilatore cigolanti o freni intenzionalmente fragorosi, lanciare veicoli o moto chiassose che girano a vuoto intorno all’abitazione, accostarsi al marciapiede su stradine secondarie vicino alla casa andando avanti e indietro, sostare sul passo carraio del bersaglio, capovolgere vetture di fronte alla sua abitazione, mezzi o gruppi che viaggiano dentro vani utilizzando colori (talvolta lo stesso colore) per molestare e sensibilizzare l’obiettivo ad una certa tinta, ad esempio inviando e inondando il quartiere con molte vetture di colore bianco (ciò può essere fatto accortamente o tutto in una volta). Ad esempio il bersaglio nota 8 vetture bianche nell’arco di 5 minuti che guidanopresso la sua abitazione oppure un veicolo bianco seguito immediatamente da un altro. Questo tipo di molestie possono essere eseguite con qualsiasi colore. Altro esempio: vetture che si avvicinano presso la casa della vittima in colonne dello stesso colore o dello stesso tipo allineate sulla strada o posizionate lungo le linee di traffico davanti al bersaglio inscenando o mettendo a punto incidenti stradali che lo coinvolgono. Sciamare o circondare il veicolodella vittima per la strada. Guidare a velocità ridotta di fronte al bersaglio. Veicoli provvisti di targhe di bellezza che possono mostrare qualcosa di personale sul bersaglio e usati per trasmettere messaggi e intimorire la vittima mentre è per strada. Tattiche di tipo psicologico come gettare gli abbaglianti addosso alla vittima. Veicoli che presentano un solo faro acceso ed un altro spento. Vetture con un fanale più luminoso dell’altro o altre con fari che possono essere convertiti in proiettori per illuminare la vittima.

Collegamento tra mondo dello spettacolo e gang-stalking tratto da una ricerca su internet

“Infine c’è la peculiarità che lega lo stalking organizzato con il mondo dei media, un rapporto molto difficile da dimostrare ma con molta correlazione per chi si è occupato di queste argomentazioni. Nella maggior parte delle volte che un messaggio mediatico è legato in un certo senso a fenomeni denigratori, di violenza, di rivalsa sociale, di esclusione sociale, di sopraffazione, ecc. questi sono sempre ricollegabili con una violenza di stalking organizzato in corso (per esempio molte canzoni musicali sono legate a tale fenomeno dovuto ad una strana legge che lega il successo della canzone alla sua qualità di generare un messaggio il più possibile distruttivo, con questo ragionamento non si vuole in nessun modo fare pubblicità alle canzoni sentimentali, ma fare presente che poche canzoni con specifiche tematiche sono riconducibili allo stalking). Altro aspetto riguardante il mondo mediatico è quello legato al successo di determinati comportamenti, anch’essi correlati con una più efficace violenza psicologica in atto. Per tale ragione molti comportamenti anche legati al sentimento amoroso sono condotti in uno stato talmente alterato da sembrare folli per un verso e attrattivi dall’altro (in questo caso non mi riferisco all’essere estremamente estroverso da parte di un determinato artista ma solo al comportamento sbagliato portato all’esasperazione). “

Ancora ricerche sullo stalking organizzato e su come raccogliere prove

Il Gang Stalking è un azione persecutoria organizzata ai danni di un “Individuo Bersaglio” o “Target Individual” che si perpetra atraverso un insieme di atti ostili non sigolarmente imputabili come reati o violenze esplicite ma che nell’insieme risultano essere pesantemente lesive per salute psichica e fisica della vittima. L’azione vessatoria produce stress che, protratto, induce al disturbo da disadattamento (DDS), il quale può provacare, asocialità, aggressività, misantropia, crisi di panico, attacchi d’ansia, insonnia, comportamenti ossessivi-compulsivi, e nei casi più gravi indurre al suicidio o all’omicidio. Lo stress prodotto dall’azione vessatoria induce inoltre la sindrome del disturbo post traumatico da stress nelle sue diverse forme, depressiva e ansiosa (DPTS), cfr Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali.  Gli obiettvi che esso si prefigge sono il condizionamento degli individui, il loro controllo, “programmazione”o eliminazione attraverso l’induzione alla paranoia (follia) o al suicidio. Il Gang Stalking ha molte somiglianza con il Mobbing con la differenza che quest’ultimo viene praticato sul posto di lavoro mentre il secondo abbraccia ogni momento della vita del perseguitato. Il Gang Stalking è praticato e coordinato da organizzazioni di intelligence statali e parastatali per perseguire le motivazioni suddette. Esistono anche fenomeni spontanei di Gang Stalking, probabilmente formati da gruppi che hanno precedentemente lavorato per lo stato o le organizzazioni che l’hanno praticato, si tratta di “organizazioni canaglia” che operano secondo criteri del tutto arbitrari. Questi gruppi si possono attivare per divertimento, fanatismo religioso o settario, persecuzione di genere, di razza, apartenenza politica, ecc. Probabilmente anche la pratica del malocchio e della magia nera si servono di questi mezzi per ottenere efficacia sulle sue vittime. Scatole cinesi: I gruppi di stalkers operano a più livelli con diversi gradi di consapevolezza degli obbiettivi del nucleo d’elite, così come avviene per diverse organizzazioni terroristiche o segrete.Le origini di questo tipo di vessazione organizzata deve essere individuata nelle ricerche compiute su cavie umane dai servizi di intelligence di diversi stati, tra cui USA, ex URSS, Germania Est, ecc. Al fine di individuare un metodo efficace e discreto per ottenere agenti segreti dipsoti a tutto, eliminare dissidenti o persone che rappresentavano una minaccia all’elite di potere di turno.Tristemente celebri sono le operazioni dell’organizzazione governativa Cointelpro, Red Squad (USA), o della STASI (Germania Est) per le quali venivano reclutati cittadini di ogni strato sociale, la maggioranza di questi erano tenuti all’oscuro dei veri obbiettivi e convinti di essere paladini della giustizia o eroici agenti segreti, il loro scopo era quello di fornire informazioni sul bersaglio o segnalarne dei possibili. Operazioni simili sono state segnalate in tutto il mondo. Uno dei casi più documentati può essere individuato nel programma del progetto MK ULTRA, segreto e poi divulgato dal coraggioso presidente Clinton, in esso erano previsti esperimenti (a volte vere atrocità) volti a scoprire metodi per il controllo ed il condizionamento degli essere umani. E’noto, inoltre, che tecniche di controllo mentale e lavaggio del cervello sono state utilizzate da diverse sette e organizzazioni terroristiche. Il Target Individual, accortosi della tortura a cui è sottoposto, si trova a vivere un vero e proprio incubo. Cerca di scoprire le motivazioni di quello che gli sta succedendo senza poterne venire a capo, vorrebbe parlarne ma sa che nessuno gli crederebbe. La sua mente si sforza inutilmente di trovare delle soluzioni ma senza successo. Paranoia, raptus omicidi/suicidi sono i terribili effetti che possono conseguire.Tipologia di Target: 1) Bersaglio di allenamento: viene scelto e usato per impratichire il gruppo di Gang Stalking. 2) Bersaglio nemico: una persona considerato dal gruppo di stalking come una minaccia; 3) bersaglio commissionato: il gruppoo è ingaggiato da terzi. I metodi attraverso cui viene perpetrato il programma di persecuzione organizzataReclutamento del gruppo di Gang Stalker. Pregiudicati, volontari, civili, familiari, seguaci di leader carismatici a capo di movimenti o sette. La leva usata è il ricatto, il denaro, la promessa di ricompense di altro tipo, la paura che questo tipo di gruppi incutono. In genere non sanno quali siano i veri obbiettivi dell’azione vessatoria i quali sono ben chiari solo all’elite che programma la tortura, si limitano a fornire informazioni o a eseguire piccoli ordini. es: avvicinarsi al bersaglio e ridere, fischiare, urtarlo, parlare a telefono ad alta voce, ignorare palesemente la sua presenza, ecc.Alcune tecniche vessatorie.Ipersensibilizzazione a uno stimolo – o bottone – (legare un segno visivo o acustico a un’esperienza traumatica che di solito consiste nelle ripetizione ossessionante di detto stimolo: fischio, saluto, parola, colore, oggetto, ecc…) che possa essere facilmente ripetuta negli ambienti quotidiani senza dare nell’occhio, casa, luogo di lavoro, strada, posti frequentati dal bersaglio.